Image Alt
  /  Il Giorno   /  Napoleone e Milano, 200 anni di amore e odio

Napoleone e Milano, 200 anni di amore e odio

Duecento anni fa il popolo ambrosiano era tornato alla pace del lavoro, silenzioso, uguale da un millennio. L’imperatore, quello di Vienna, si era ripreso il suo ducato nel frattempo promosso a regno e unito a Venezia. Ma ai contadini importava solo che le guerre fossero finite. Dal monumento bianco e imponente creato dal Cagnola per i francesi, all’inizio della strada del Sempione che portava Oltralpe, era rapidamente sparito il bassorilievo in cui figurava il piccolo francese con la Corona Ferrea del regno d’Italia.

Articolo di Guido Bandera pubblicato su Il Giorno, mercoledì 5 maggio