Image Alt
  /  La cultura dell’abitare nell’Italia napoleonica: le residenze di corte del Regno d’Italia
Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.

La cultura dell’abitare nell’Italia napoleonica: le residenze di corte del Regno d’Italia

Tipo di Evento: Conferenza

Responsabile scientifico: Giovanna D’Amia

Promosso da: Politecnico di Milano–Dipartimento di Architettura e Studi Urbani (DAStU) in collaborazione con il Centro documentazione Residenze Reali lombarde (CdRR).

Tra i diversi fattori di modernizzazione che l’epoca napoleonica contribuisce a innescare nella Penisola, un ruolo significativo, e non ancora pienamente indagato, spetta a una nuova cultura dell’abitare, nata dall’incontro tra la tradizione italiana settecentesca e la diffusione di modelli francesi e internazionali. Il convegno intende affrontare questa problematica innanzitutto nell’ambito del Regno d’Italia (1805-1814), interrogandosi sulle trasformazioni delle residenze di corte confluite nel patrimonio dei Beni della Corona per effetto del terzo statuto costituzionale (6 giugno 1805) o come conseguenza delle successive annessioni territoriali. A tal fine saranno analizzate le residenze di Milano e Monza, Mantova, Modena, Brescia, Ancona, Venezia e Stra, accanto alle ipotesi non concretizzate per una reggia nel territorio bolognese.

Obiettivo del convegno è fare un punto sullo stato dell’arte e sulle ricerche in corso sulle diverse residenze napoleoniche del Regno d’Italia, evidenziando le modalità con cui edifici preesistenti e spesso già configurati vengono adattati all’etichetta di corte, che trova i propri modelli nelle prescrizioni francesi. Ma anche riflettere, a partire dai molti progetti rimasti sulla carta, su una cultura dell’abitare che individua ancora come modello ideale il palazzo di corte (tema che ricorre anche nelle esercitazioni accademiche), quale laboratorio privilegiato per elaborare soluzioni progettuali nel campo dell’architettura o del disegno del verde.

Il convegno, in dual mode, prevede interventi di  45-60 minuti incentrati sui diversi casi di studio, in quattro sessioni. Se possibile, le conferenze si terranno in presenza presso l’aula T.1.2 (edificio Trifoglio) del Campus Leonardo, in via Bonardi 3, ingresso via Ampère 2. In alternativa, gli incontri potranno essere seguiti online attraverso la piattaforma Webex. Non è richiesta la registrazione. 

 

Di seguito il programma degli incontri

Mercoledì 7 aprile, h. 10.30-13.30 

 La corte napoleonica a Milano: Palazzo Reale e Villa Bonaparte 

Giovanna D’AMIA, Politecnico di Milano 

La Villa Reale di Monza: una dimora Impero 

Marina ROSA, Centro documentazione Residenze Reali Lombarde 

Mercoledì 21 aprile, h. 10.30-13.30 

Palazzo Bargnani a Brescia: un progetto incompiuto 

Irene GIUSTINA, Università degli studi di Brescia 

Del Palazzo del Re d’Italia in Modena” (e della Scuola del Genio e dell’Artiglieria) 

Vincenzo VANDELLI, Architetto professionista 

Mercoledì 5 maggio, h. 10.30-13.30 

 Una Villa per il Re d’Italia nel contado bolognese. I progetti di Antonio Basoli e Giovanni Antonio Antolini 

Francesco CECCARELLI, Università degli studi di Bologna 

Il palazzo Nazionale (ex Ducale) di Mantova in età napoleonica 

Michela ZURLA, Palazzo Ducale di Mantova 

Palazzo Te a Mantova in età napoleonica 

Maria Cristina LOI, Politecnico di Milano 

Mercoledì 19 maggio, h. 10.30-13.30 

 I progetti per Palazzo Reale a Venezia e le trasformazioni dell’area marciana 

Martina FRANK, Università Ca’ Foscari Venezia 

Villa Pisani a Stra: da residenza patrizia a dimora reale  

Stefano ZAGGIA, Università degli studi di Padova 

Il Palazzo Reale di Ancona, poi dell’Appannaggio 

Antonello ALICI, Università Politecnica delle Marche 



Dettaglio Evento

Data: Aprile 7 - Maggio 19
Ora: -
Luogo: Politecnico di Milano, Campus Leonardo
Referente scientifico: Giovanna D’Amia
Telefono: +39 02 23991
Indirizzo: via Bonardi, 3